GIORNATA AGGREGATIVA a SOTTO IL MONTE PAPA GIOVANNI XXIII

21 SETTEMBRE 2014 – GIORNATA AGGREGATIVA a SOTTO IL MONTE PAPA GIOVANNI XXIII

Questa giornata aggregativa, organizzata per ringraziare tutti gli Alpini e famiglie e gli Amici degli alpini, che hanno lavorato e contribuito alla buona riuscita della 6a festa Alpina 2014.

sotto il monte 2014 - statua papa giovanni

E’ stato scelto di passarla a Sotto il Monte, paese nel ns. caro Santo Papa Giovanni XXIII, e celebrare una messa sul colle vicino alla Torre del Giuanì, tanto cara al pontefice e pranzare là sul colle della Torre, al ristoro della sede degli alpini di Sotto il Monte.
Partenza ore 9.  La mattina abbiamo visitato i luoghi in cui lui è nato e cresciuto, la Cascina Palazzo, dove il pontefice nacque, e la Cascina Colombera, dove visse dall’età di 12 anni, ora gestita da un gruppo missionario,  poi la chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista, risalente all’inizio del XX secolo dopo che è stata abbattuta la chiesa sul colle che dominava il paese. A lato di essa la Cappella della Pace, sotto ad essa la Cripta ed il Giardino della Pace inaugurato recentemente dopo la proclamassione a Santo del Pontefice.
Il gruppo poi si è diretto verso Ca’ Maitino, raro esempio di villa signorile nel paese. Risalente al XV secolo ed appartenuta all’antica famiglia dei Roncalli, venne posseduta dagli Scotti, che la donarono a Papa Giovanni XXIII, che ne fece il suo luogo di vacanze, ora è un museo che contiene molti oggetti regalati al Pontefice provenienti da tutto il mondo.
Da Ca’ Maitino parte il sentiero che sale alla TORRE DEL GIUANI’ …

(Torre San Giovanni) Campanile della Vecchia chiesa Parrocchiale posizionata sul colle omonimo, abbattuta nel 1904. Con il passare degli anni, le mura della Torre e  l’orologio millenario, esposte alle intemperie, hanno subito gravi danni, sino a sgretolarsi in modo allarmante.
Il Pontefice il 28 agosto 1959 disse al sindaco Carissimi, poi diventato anche capogruppo degli Alpini di Sotto il Monte.
“Mi disse che mi consegnava un’eredità molto importante: il San Giovanni “ti raccomando non lasciarlo cadere perché è un insieme di ricordi e un’opera d’arte che tanti ci  invidiano………….sii tu a cercare i modi e i mezzi per non ridurlo in un ammasso di pietre, sicuramente i nostri paesani ti aiuteranno perché lassù sono sepolti i nostri antenati e come bella tradizione si cercherà di far in modo che il San Giovanni continui a dominare il Colle…”
I lavori di consolidamento, di restauro e ripristino eseguiti dal Gruppo Alpini, iniziati nel 1973, sono terminati il 15 giugno 2002. Ora è la Sede degli Alpini di Sotto il Monte.
… chi a piedi, chi con la jeep degli Alpini siamo saliti sul colle e là ci ha accolto la stupenda torre ed un paesaggio stupendo, la vista della pianura e dei colli vicini.
Don Riccardo ci ha raggiunto sul colle, e grazie anche alla bella giornata, ha celebrato la messa alla chiesina dei defunti, facendo un bella Omelia e mostrandoci una reliqua del Beato Alpino Don Carlo Gnocchi, ricordandoci che il giorno successivo era San Maurizio il Protettore degli Alpini, per concludere la messa il capogruppo si Sotto il Monte ha consegnato al ns. capogruppo Benedetto l’incarico di leggere La Preghiera dell’Alpino, letta con una leggera commozione.

sotto il monte 2014 momento di preghiera
E’ giunta l’ora del pranzo, dopo la foto di rito del gruppo, tutti nella sede degli Alpini a pranzare.

sotto il monte 2014 foto di gruppo

Dopo aver mangiato, chiaccherato, brindato e scambiato il gagliardetto tra i due gruppi, ci siamo rilassati passeggiando, sedendoci sui prati e panchine del colle.
E’ arrivata l’ora di scendere … scesi sosta a Cà Maitino e poi tutti a casa.
Grazie di aver partecipato a questa giornata, per chi non ha potuto partecipare un Grazie per l’impegno durante la 6a Festa Alpina.